La censura come illusione di controllo

Eleonora Alecci, Donato Baiano, Alessio Civerra, Eva Falco, Arianna Morrillo, Elodie Rossi, Irene Schiopetti, Nicolò Tricoli

Abstract


Questo articolo intende approfondire il funzionamento della cultura fascista e i suoi echi nella contemporaneità, attraverso un focus sul linguaggio e la censura. Verranno rintracciati indizi di una cultura che organizza difese contro la confusione emozionale e alimenta modalità di rapporto fondate sul potere e sul presidio di posizioni contrapposte. Se ne individueranno tracce persistenti anche all’interno dell’attuale contesto politico e sociale, così come nei contesti lavorativi a cui chi scrive partecipa. Si intende riflettere sulla difficoltà, per una tale cultura, di produrre sviluppo nel rapporto individuo-contesto, così come di promuovere la ricerca e il pensiero in rapporto a problemi e domande che originano da un contesto in continuo mutamento.

Keyword


storia; fascismo; linguaggio; censura; controllo; ambivalenza emozionale; errore di esperienza.

Full Text

PDF