La relazione di tirocinio tra fantasia e realtà.

Daniela De Berardinis, Tiziana Ragni Raimondi, Simona Sacchi, Grazia Stocchino

Abstract


Il presente lavoro nasce dalla riflessione sull’esperienza di tirocinio condivisa tra le tutor dell’Unità Operativa di Psicologia clinica e due allieve del Corso di Specializzazione in Psicoterapia Psicoanalitica di SPS.
Il tirocinio è un momento d’incontro tra mondo della formazione e mondo del lavoro e pone problemi con cui confrontarsi a molteplici livelli. La costruzione dell’identità professionale, come integrazione delle conoscenze espresse in un saper fare coniugato al saper essere e i processi organizzativi, all’interno dei quali si esprime la domanda d’intervento rivolta agli psicologi, costituiscono, a nostro avviso, il focus che ogni agenzia formativa dovrebbe tenere presente.
Alla luce di queste considerazioni ci sembra necessario pensare e costruire un circuito dell’area formativa che attiene alle scuole di formazione in psicoterapia e dell’area formativa che attiene ai Servizi del Sistema Sanitario Nazionale, sedi privilegiate di tirocinio per gli psicologi che intendono formarsi alla psicoterapia. 
In questo senso pensiamo che le Scuole e i Servizi siano due agenzie formative per lo sviluppo della professione psicoterapeutica.

Tratteremo dell’esperienza di tirocinio condivisa tra tutor, tirocinanti, modelli formativi, contesto di lavoro, tematiche queste, dibattute e affrontate nel convegno di giugno 2009: “Il tirocinio di specializzazione in psicoterapia nelle organizzazioni sanitarie e di salute mentale”.


Full Text:

PDF (Italiano)


Copyright (c)

Documento senza titolo

 

 

Rivista di Psicologia Clinica. Teoria e metodi dell'intervento

Rivista Telematica a Carattere Scientifico Registrazione presso il Tribunale civile di Roma (n.149/2006 del 17/03/2006)

ISSN 1828-9363